vai a tutte le News

LE CASE DI MICOL VINCE IL BANDO EUROPEO
FERRARA LA CITTÁ DEL CINEMA CAPOFILA DEL PROGETTO DEDICATO ALLA MEMORIA

Martedì 26 marzo 2024 – Redazione Scuola Vancini

Stefano Muroni: "Traguardo importante per non dimenticare"

La filiera creativa Ferrara La Città del Cinema ha vinto il bando Memoria Europea 2023. L’associazione ha partecipato come ente capofila di una cordata composta da Fondazione Centro Studi Città di Orvieto, Fondazione Meis, Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini, Fondazione Giorgio Bassani, Istituto di Storia Contemporanea di Ferrara, Scuola di cinema di Praga, Scuola di cinema di Varsavia e Istituto Einaudi di Ferrara.

Il risultato è stato presentato nei giorni scorsi in municipio a Ferrara da Stefano Muroni e Valeria Luzi. Hanno partecipato all’incontro l’assessore alla cultura Marco Gulinelli e i referenti dei diversi enti.

“Siamo orgogliosi di quello che è a tutti gli effetti un grande traguardo. Ferrara La Città del Cinema non solo collaborerà con realtà prestigiose a livello nazionale ma - sottolinea il presidente Muroni - anche con eccellenze internazionali per preservare e tramandare la memoria attraverso il linguaggio cinematografico”.

“Le case di Micol”, questo il titolo del progetto, ha ottenuto 94 punti su cento. L’obiettivo è realizzare in due anni quattro cortometraggi, uno per ogni Paese coinvolto, che andranno poi a costruire un documentario finale. “In Europa – ha detto Muroni - il 35% dei cittadini europei pensa che l’olocausto non sia esistito. Un dato sconcertante, il quale ha portato alla nascita di questo bando”.

L’assessore Gulinelli nel corso della conferenza ha detto: “Siamo onorati di poter sostenere un progetto che mantiene viva la memoria di cui anche la nostra città fa parte”. Parallelamente si lavorerà alla realizzazione di una mappa interattiva da parte della Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, capace di raccontare la storia de "Le Case di Micol", famosa protagonista del Giardino dei Finzi Contini di Giorgio Bassani, e all’organizzazione di un festival che offrirà l’opportunità di approfondire l’Olocausto nel cinema.

Parte di

Con il sostegno di

Enti e Partner con cui collaboriamo