Open day a Ferrara
7 settembre 2019

Leggi il Programma Open day

La Scuola

La Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini è promossa dalla società di produzione cinematografica Controluce Produzione Srl presentata alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia assieme alla Regione Emilia.

La società di produzione Controluce si impegna ad inserire nei suoi futuri progetti cinematografici gli allievi più meritevoli della scuola in qualità di stagisti e i nuovi diplomati in qualità di giovani professionisti.

L’unicità della scuola consiste nell’insegnare a tutti gli allievi come realizzare le proprie idee, cominciando dalla ricerca fondi fino ad arrivare alla produzione sostenibile seguita dalla distribuzione e vendita televisiva.

Scopri Controluce Produzione

La Florestano Vancini diventa così l’unica scuola in Italia che lega la formazione alla professione, la scuola al lavoro.

Ha sede a Ferrara, città conosciuta come una vera e propria “città del cinema” per l’alto tasso di produzione cinematografica che ha profuso per tutto il Novecento, grazie a registi come Antonioni, Rossellini, Visconti, Soldati, Montaldo, Avati, solo per citarne alcuni.

La sede

La Scuola ha sede a Ferrara presso la Factory Grisù, uno spazio di oltre quattromila metri quadri dedicati alla creatività in tutte le sue forme.
Venti imprese unite da un progetto di rigenerazione urbana per il recupero dell'ex caserma dei Vigili del Fuoco di Ferrara, un edificio storico sottratto al degrado e trasformato in hub culturale.

Factory Grisù oltre a essere il luogo nel quale tutti i giorni lavorano decine di persone, è anche un palcoscenico per teatro, musica, conferenze e workshop, un punto di riferimento per progetti di associazioni culturali, un agrimercato coperto, un luogo di incontro per condividere esperienze e sviluppare nuovi progetti lavorativi.

  • ↓   CONTINUA A LEGGERE

    La Scuola Vancini è composta da una spaziosa entrata principale su strada utilizzata come luogo di incontro prima delle lezioni e anche come spazio espositivo. Al primo piano una ampia stanza adibita a sala di recitazione. A seguire una seconda stanza pensata come luogo di studio e relax, dove sarà presente anche una piccola biblioteca, con a fianco sala bagno con doccia. Una terza sala pensata come aula sceneggiatura con armadio archivio, proiettore e computer. Infine l’aula regia con tutte le attrezzature per le lezioni. Gli allievi potranno utilizzare un ulteriore spazio che potrà essere adibito come teatro di posa. All’interno di spazio Grisù è presente anche un ottimo ristorante-birreria utilizzabile da tutti gli allievi, i quali potranno anche parcheggiare la loro bici nel piazzale interno. Per chi arriverà a piedi dalla stazione, nessun problema: la sede dista appena sette minuti a piedi!

La Filosofia

La Verità è un appello alla Bellezza.
La Florestano Vancini è stata impostata sulla convinzione che riportare la persona, nella sua interezza espressiva, creativa e spirituale, al centro dell'evoluzione artistica, ma anche sociale e culturale, risponda ormai ad un bisogno urgente.

Lettera del Direttore Artistico

Formazione

La scuola ha durata biennale con un terzo anno di specializzazione, ed è costituita da tre corsi (Regia, Recitazione e Sceneggiatura) e rilascia il diploma con qualifica di professionista del settore.
La vocazione principale della scuola è il cinema, ma nei tre corsi si affronterà anche lo studio del linguaggio televisivo, documentaristico e per il web. Tutti i nostri allievi approfondiranno, inoltre, anche materie indispensabili come: fotografia, montaggio, produzione, costume e scenografia, musica e pittura.

Il secondo anno è dedicato alla produzione dei cortometraggi di diploma, in cui registi, sceneggiatori e attori lavoreranno in team e realizzeranno il loro primo vero lavoro professionale, biglietto da visita fondamentale per il proprio futuro. I cortometraggi più significativi, scelti ad insindacabile giudizio del corpo docenti, in accordo col presidente e il direttore artistico, verranno distribuiti nei festival di tutto il mondo dalla prestigiosa società di distribuzione festivaliera Premiere Film, la quale ha sede legale in Italia e sedi operative in Italia e Francia e Stati Uniti (New York), e nel 2017 ha distribuito “Sing” di Kristof Déak, vincitore del Premio Oscar come Best Live Action Short Film. Il terzo anno di specializzazione è pensato come “anno lavorativo”, in cui gli allievi saranno autori di produzioni personali e professionali, le quali verranno sottoposte all’attenzione di canali televisivi e web come Rai, Mediaset, Sky, Enciclopedia Treccani Web, oltre ai festival nazionali ed internazionali.

Attrezzatura

La scuola possiede attrezzature video e audio di ultima generazione (cinecamere, lighting, presa diretta e gripment) e dispone di postazioni per il montaggio, il missaggio e la color correction.

Scopri l'attrezzatura

Backstage
Oltre la Bufera

Docenti

Il corpo docenti è composto da importanti professionisti del cinema italiano.

David di Donatello, Nastri d’Argento, docenti del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, insegnanti che si sono formati nelle maggiori scuole del mondo come l’Actor Studio di New York, fanno della Florestano Vancini una scuola di cinema di altissima qualità.

Sono oltre cento i film, i documentari e i progetti televisivi a cui i nostri docenti hanno preso parte, in qualità di registi, sceneggiatori, attori, direttori della fotografia, montatori, compositori di colonne sonore. Questo testimonia la grande esperienza e credibilità dell’intera squadra di maestri che la scuola propone all’allievo nel corso dei tre anni di formazione.

AlessioDiClemente
Leggi

Adriano Sforzi
Leggi

Edo Tagliavini
Leggi

Gianluca Beccari
Leggi

Guia Zapponi
Leggi

Jonny Costantino
Leggi

Massimo Alì
Leggi

Fabio Vassallo
Leggi

Massimo Malucelli
Leggi

Giacomo Zatti
Leggi

Alessandra Arlotti
Leggi

Cristina Chiaffoni
Leggi

Giuseppe Muroni
Leggi

Vito Contento
Leggi

Caterina Basso
Leggi

Tania Pedroni
Leggi

Enza Negroni
Leggi

Paolo Marzoni
Leggi

Matteo Santi
Leggi

Simona Pancaldi
Leggi

Giorgio Fabbri
Leggi

Remo Buosi
Leggi

Luigi Bonanno
Leggi

Arturo Andreoli
Leggi

Alcuni film a cui hanno collaborato i nostri docenti

Opportunità

Nel corso del biennio saranno numerose le grandi opportunità che la scuola offrirà all’allievo: da stage in scuole di cinema internazionali alla partecipazione a festival mondiali, fino ad arrivare alla distribuzione festivaliera a livello europeo del cortometraggio di diploma.

Borse di studio internazionali

La Florestano Vancini ha stretto importanti partnership e collaborazioni internazionali con scuole di cinema, compagnie teatrali, università e conservatori d’Inghilterra, Francia, Spagna, Grecia, Germania, Austria, Stati Uniti, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Israele, Iran. Tra le tante ricordiamo: ERAC di Cannes, Bilingual Acting School di Parigi, East 15 Acting School di Loughton in Inghilterra, Gitis School di Mosca, Athens Conservatoire Drama di Atene, Warsaw Film School di Varsavia, Prague Film School di Praga, Manicomicos di La Coruna in Spagna, Piraeus Society Dramatic Arts School di Atene.

Ogni anno, sei studenti del secondo anno – due a corso – potranno partecipare ad uno stage intensivo di tre giorni offerto dalla Florestano Vancini in una di queste scuole, potendo così allargare i propri orizzonti creativi e professionali.

Premiere Film

Una grande opportunità, unica nel panorama delle scuole di cinema del nord Italia, sarà legata al lavoro di diploma: dei dieci corti realizzati, quelli più significativi, scelti dal corpo docenti in accordo col direttore artistico e il presidente, verranno distribuiti nei festival di tutto il mondo dalla prestigiosa società di distribuzione festivaliera Premiere Film, la quale ha sede legale in Italia e Stati Uniti e sedi operative in Italia, Francia e Stati Uniti (New York), e nel 2017 ha distribuito “SING” di Kristof Déak, vincitore del Premio Oscar come Best Live Action Short Film.

Scopri Premiere Film

Sei allievi alla Scuola Nazionale
di Cinema di Varsavia

Giffoni Film Festival

È in fase di accordo la partnership col prestigioso Giffoni Film Festival. Ogni anno ragazzi del secondo anno parteciperanno in qualità di giurati alle prestigiose MasterClass del Giffoni Experience, il festival di cinema per ragazzi più importante del mondo, riconosciuto come “il più necessario” secondo il grande regista francese Francois Truffaut.

Tra gli ospiti masterclass dell’ultima edizione: Ferzan Özpetek, Trio Medusa, Brando De Sica, Francesco Scianna, Frank Matano, Jasmine Trinca, Marco Ponti, Matilda De Angelis, Maccio Capatonda, Rocco Papaleo, Ficarra & Picone.

Scopri Giffoni Experience

Tenda Summer School

Gli allievi verranno coinvolti in manifestazioni internazionali per produrre video legati all’evento, come per la Tenda Summer School, Campus mondiale che si tiene ogni agosto nella Delizia Estense Villa La Mensa, nel basso ferrarese, in cui sono coinvolte scuole di teatro e di cinema di tutto il mondo, e di cui anche Rai 2 ha dedicato un importante dossier.

Scopri Tenda Summer School

Eventi

Seminari, Stage, Workshop
Durante l’intero biennio i ragazzi potranno partecipare a seminari, stage, workshop, convegni indetti dalla scuola con importanti figure del cinema italiano, della Rai e di Sky, come registi, sceneggiatori, attori, produttori, montatori, casting director. I nostri “amici della scuola”.

Amici della scuola

Adriana Sabbatini
Casting
Leggi

Marita D'Elia
Casting
Leggi

Luca Ribuoli
Regista
Leggi

Beatrice Kruger
FBI Casting
Leggi

Raffaele Verzillo
Regista
Leggi

Giuseppe Zeno
Attore
Leggi

Cerimonia dei Diplomi

Ogni anno la scuola indice la festa “Cerimonia dei diplomi”, che si tiene nella bellissima Sala Estense di piazza Comunale, nel cuore della città, a pochi passi dal Castello Estense.

  • ↓   CONTINUA A LEGGERE

    Durante l’incontro saranno presenti tutti i docenti, il direttore artistico e i presidenti, assieme alle autorità della città. Dopo i saluti verranno proiettati i dieci cortometraggi di diploma, e ogni regista avrà la possibilità di salire sul palco e raccontare, assieme ai suoi collaboratori, la natura e l’evoluzione del lavoro. Alla fine della visione di tutti i progetti, il direttore artistico sceglierà i corti che saranno distribuiti da Premiere Film.

Cinema Arena

Grazie alla sinergia con ARCI, gli allievi che decideranno di passare l’estate a Ferrara, avranno la possibilità di usufruire del biglietto ridotto per la grande rassegna “Cinema Arena”.

  • ↓   CONTINUA A LEGGERE

    Per 72 serate al Parco Pareschi sono stati proiettati, nell’ultima edizione, i film di maggior successo della stagione cinematografica. La programmazione ha visto per il periodo dal 16 giugno al 31 luglio anteprime e repliche dei titoli che hanno conquistato pubblico e critica nel corso dell’anno; mentre per la seconda parte, dal 1° agosto fino alla chiusura del 26 agosto, sono state presentate le novità cinematografiche. Nell’ultima edizione l’arena ha ospitato la rassegna “Accadde domani – un anno di cinema italiano”, che ha accolto tre importanti appuntamenti con “I mestieri del cinema”, realizzati grazie al contributo e al sostegno della Regione Emilia Romagna, Fice (Federazione Italiana Cinema d’Essai) e Agis. Tra gli ospiti, lo sceneggiatore Massimo Gaudioso (Gomorra, L’imbalsamatore, Il passato è una terra straniera, Tatanka, Benvenuti al Sud, Dogman), Cristiano Travaglioli, montatore (The Young Pope, Youth – La giovinezza, Anime nere, La mafia uccide solo d’estate, This must be the place, La grande bellezza, Il divo), che ha curato il montaggio di Loro 1 e Loro 2; e il regista Andrea Magnani, per parlare del suo ultimo lavoro Easy – Un viaggio facile facile.

FEST

Il FEST - “Festival delle Scuole di Teatro”: un concorso teatrale tra varie compagnie, nazionali ed internazionali ideato dall'Associazione “Fonè” di Massimo Malucelli.

  • ↓   CONTINUA A LEGGERE

    Da molti anni, l’associazione “Fonè” di Massimo Malucelli, attore, regista e drammaturgo, propone, in collaborazione con il “Teatro Comunale Claudio Abbado” di Ferrara, il Comune di Portomaggiore e altri comuni e teatri del territorio, il FEST - “Festival delle Scuole di Teatro”: un concorso teatrale tra varie compagnie, nazionali ed internazionali. Le scuole e i laboratori di teatro partecipanti gareggiano presentando un estratto di un loro spettacolo edito o inedito, della durata massima di 25 minuti. Il FEST è un luogo di scambio, un crocevia teatrale dove i gruppi e le realtà artistiche emergenti possono sostare nel corso del loro viaggio per conoscersi e stringere contatti con il maggior numero possibile di operatori del settore. Una manifestazione dalle grandi potenzialità culturali, economiche, enogastronomiche, turistiche. Da quest’anno FEST avrà una nuova veste, andando a valorizzare il circuito delle Delizie Estensi. Durante le edizioni di questo importante festival internazionale di teatro, che si tiene ogni anno a Ferrara, alcuni allievi verranno coinvolti in qualità di stagisti per realizzare i video ufficiali del Festival e i brevi documentari che verranno utilizzati per pubblicizzare nel futuro la kermesse. L’allievo si troverà a confrontarsi non solo con la regia cinematografica, ma anche con la regia in funzione di eventi culturali, specificità molto richiesta dal mercato attuale.

Video

La società Controluce, con sede a Roma, è promotrice della scuola. Presentata alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ha distribuito il film “La notte non fa più paura”, scritto e diretto da Marco Cassini, andato in onda su SKY Cinema nel 2017, Menzione Speciale ai Nastri d’Argento e in selezione ai David di Donatello 2018.

Scopri Controluce Produzione

Nel 2018 ha prodotto le due web serie per Enciclopedia Treccani, “L’ultimo grido” e “Maschere di Guerra”, scritte e dirette da Giuseppe Muroni, con grandi attori del cinema italiano come Claudio Santamaria, Carolina Crescentini, Francesco Montanari, Violante Placido, Monica Guerritore, Francesca Inaudi. Nello stesso anno ha prodotto il film “Oltre la bufera”, scritto e diretto da Marco Cassini, nei festival e nei cinema da quest’anno. Nel 2019 la società ha contribuito alla produzione di due documentari per Rai2: “La forza della memoria”, incentrato sullo scrittore Primo Levi, e “La leggenda granata”, in occasione dei 70 anni dalla strage di Superga, entrambi scritti e diretti da Laura Gialli.

I nostri lavori hanno attratto l’attenzione delle televisioni nazionali, potendo così partecipare a programmi o a servizi di Rai Uno (Cinematografo, Uno Mattina e Uno Mattina Caffè), Rai Due (TG2, Dossier Tutto il Bello TG2) Rai 3 (TG3, Linea Notte TG3), Rai Community, Rai News, Rai Movie, Sky Cinema, Sette Gold, Telestense. Segno dell’alta qualità dei progetti prodotti/distribuiti dalla società.

Iscrizione

La Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini, con il presente Bando, si propone di individuare, selezionare e formare futuri artisti che concorrano allo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica – multimediale in Italia e nel mondo.

Scarica la Domanda di Ammissione

Regolamento

Valore alla qualità

Dopo anni di esperienza, siamo arrivati a trascrivere questo regolamento che si basa sull’impegno, sulla costanza e sulla meritocrazia, con l’intento di tutelare gli allievi, gli insegnati e le famiglie che investono sui sogni dei propri figli.

Scarica il Regolamento

Orari e costi

  • ↓   FREQUENZA

    5 volte a settimana. Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì (10:00 - 13:00).

  • ↓   DURATA CORSI

    Dal 15 ottobre al 15 giugno.

  • ↓   ORE TOTALI

    480 all’anno, 960 nel biennio.

  • ↓   COSTI

    La scuola costa € 3.000,00 IVA inclusa all’anno (€ 6,00 all’ora) + € 500,00 a titolo di iscrizione e assicurazione attrezzature cinematografiche. Le 6 borse di studio nelle scuole internazionali sono offerte dalla scuola. Sono compresi nel prezzo i vari workshop, seminari, incontri, lezioni extra durante l’intero anno. Materiale didattico e utilizzo attrezzatura professionale compreso nel prezzo.

  • ↓   MODALITÁ DI PAGAMENTO

    Il versamento del costo annuale può essere corrisposto in un’unica soluzione nel mese di ottobre oppure potrà essere suddiviso in due rate (ottobre e gennaio) o in quattro rate (ottobre, dicembre, febbraio, aprile) e dovrà essere effettuato tramite addebito su conto corrente/RID bancario.

Florestano Vancini

Florestano Vancini, nato a Ferrara nel 1926, è stato uno dei più valenti documentaristi, registi e sceneggiatori cinematografici italiani del Novecento.

La scuola è dedicata alla sua importante figura di cineasta impegnato.

L'amore per la terra natale, specie per il delta del Po, ha animato i suoi esordi, mentre tutta la sua carriera è stata caratterizzata dall'interesse per i temi storico-politici.

Scopri il Premio Florestano Vancini

Dopo alcuni pregevoli documentari (Alluvione, 1950; Il delta padano, 1951; Uomini soli, 1959) esordì nel lungometraggio con La lunga notte del '43 (1960, tratto da un racconto di G. Bassani e premiato alla Mostra del cinema di Venezia quale migliore opera prima). Tra i film di questo periodo, in cui nei momenti migliori è riuscito a coniugare l'osservazione realistica e l'impegno politico con le qualità spettacolari, si ricordano:  La banda Casaroli (1962);  Le stagioni del nostro amore (1965, vincitore al Festival di Berlino del 1966);  Bronte - Cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato (1972), in cui denuncia come una macchia sull'epopea garibaldina del 1860 la spietatezza di cui i 'liberatori', guidati da Nino Bixio, diedero prova nella repressione della rivolta contro i proprietari terrieri scoppiata in quel centro agricolo del catanese. Il successivo Il delitto Matteotti (1973), focalizzato sul consolidarsi della dittatura fascista dopo il rapimento e l'assassinio di G. Matteotti, ha costituito la conferma dell'impegno politico di Vancini, mentre lontani dall'asciutto impianto delle due opere precedenti, ma al tempo stesso privi di un efficace rinnovamento artistico, sono risultati Amore amaro (1974), dal racconto Per cause imprecisate di C. Bernari, e Un dramma borghese (1979), dal romanzo di G. Morselli, entrambi incentrati su tormentate passioni, La baraonda - Passioni popolari (1980), sul mondo del ciclismo, e La neve nel bicchiere (1984), tratto dal romanzo di N. Rossi, sulle vicende di una famiglia di contadini dalla fine dell'Ottocento agli anni Venti.

Ferrara

Frequentare la Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini significa vivere per due anni la magia di una delle città più belle e affascinanti d’Italia: Ferrara, a cui lo stesso Florestano Vancini dedicò un bellissimo documentario.

Città medioevale e rinascimentale, in cui visse la famiglia Estense, ma anche grandi poeti, scrittori e pensatori come Ariosto, Tasso, Savonarola, Bembo, Copernico, Matteo Maria Boiardo. Città antica e moderna, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, dove nel Novecento Giorgio De Chirico inventa la pittura Metafisica e artisti come Michelangelo Antonioni, Florestano Vancini, Giorgio Bassani, Folco Quilici e Carlo Rambaldi portano il cinema in città e nel mondo.

Scopri gli eventi in città

Sono tante e diverse le peculiarità di Ferrara e vanno dai luoghi storici a quelli della vita notturna che, in un certo senso, un poco storici sono pure loro. Affianco ai grandi eventi si diramano una serie di iniziative che proseguono e si alternano per tutto l'anno. Le mostre a Palazzo dei Diamanti o nelle sale del Castello Estense, le rassegne cinematografiche alla sala Boldini, le stagioni teatrali, gli incontri nelle biblioteche, nelle librerie e i concerti nei pub e nei club dentro e fuori le mura cittadine. Ma è durante l'estate che Ferrara dà il meglio di sé con festival come Ferrara Sotto le Stelle, che nel corso degli anni ha portato a suonare in piazza Castello (e nel cortile) grandi artisti tra cui Bob Dylan, Lou Reed, Simple Minds, Radiohead, Sigur Ròs, Kasabian, Patti Smith e Bon Iver. La musica in centro prosegue poi con il Ferrara Buskers Festival che ogni anno ospita artisti di strada, musicisti e non, provenienti da ogni parte del mondo. Al Parco Urbano si tengono manifestazioni dedicate a mongolfiere e aquiloni (Balloons e Vulandra), appuntamenti per bambini, adulti e ragazzi. Di grande rilievo infine è il Festival di Internazionale, tre giorni di incontri, dibattiti, conferenze, proiezioni e appuntamenti con giornalisti provenienti da decine di Paesi diversi. Senza contare i cinema d’essai, i pub, i luoghi di aggregazione, le associazioni culturali, le grandi biblioteche, i prestigiosi club di musica jazz. Vivere gli anni della propria formazione artistica e spirituale in una città come Ferrara può fare davvero la differenza nel lungo percorso della vita.

Viaggiare con la macchina da presa e approdare a Ferrara è curioso; si ha la sensazione di lavorare a casa e in mezzo al cinema, in quanto questa terra ha dato origine a tante persone straordinarie che operano in questo settore. Giuliano Montaldo

Ferrara e il Cinema

Ferrara e il cinema vantano una storia ormai secolare, cento anni in cui alcuni tra i più grandi registi ed attori del panorama italiano hanno potuto calcare le strade del territorio, interpretando le emozioni tipiche di queste terre e rendendole immortali sulle loro pellicole.

Con oltre 280 titoli tra lungometraggi, cortometraggi, documentari e sceneggiati il territorio ferrarese può essere infatti considerato uno tra i più prolifici set cinematografici in Italia. Ferrara appare sullo schermo già nel 1902, a pochi anni di distanza dalla nascita del cinema nel 1895 quando i fratelli Auguste e Louis Lumière proiettarono nel Salon Indien del Grand Café a Parigi i primi filmati della storia. Le immagini della città estense sullo schermo appaiono, infatti, in una breve ripresa che documenta la visita di Vittorio Emanuele di Savoia, un filmato dal titolo “Ferrara” girato dal ferrarese Rodolfo Remondini. Da allora la produzione ambientata in questo magico territorio di terra ed acqua è stata vastissima ed ha dato al cinema opere importanti che fanno ormai parte della storia del cinema, portando questi luoghi verso una fama mondiale. Michelangelo Antonioni, Luchino Visconti, Roberto Rossellini, Mario Soldati, Florestano Vancini, Vittorio De Sica, Giuliano Montaldo, Pupi Avati, Ermanno Olmi. Basta citare alcuni nomi per capire quanto la città ferrarese abbia avuto un ruolo di assoluto rilievo per il cinema tricolore. Le mura del Castello Estense raccontano una miriade di scene e situazioni: il suo ponte levatoio, ad esempio, è stato calcato dall’attore bulgaro Hristo Jivkov nei panni del condottiero Giovanni delle Bande Nere, protagonista del film “Il mestiere delle armi” di Ermanno Olmi, al termine dell’incontro con il Duca Alfonso d’Este, mentre il suo muretto è tristemente noto per aver fatto da scenario al drammatico eccidio fascista, raccontato da Florestano Vancini in “La lunga notte del ‘43”. Nelle vie antistanti potremmo, invece, imbatterci nel dottor Fadigati (Philippe Noiret) del film “Gli occhiali d’oro” o nelle biciclette di Gianpaolo (Fabio Testi) e Giorgio (Lino Capolicchio), protagonisti assieme a Micol (Dominique Sanda) del capolavoro di Vittorio De Sica “Il Giardino dei Finzi Contini”. Piazza Cattedrale potrebbe raccontare l’amore di Ines Sastre e Kim Rossi Stuart in “Al di là delle nuvole” di Michelangelo Antonioni. Spostandoci in zona ghetto, ritroviamo l’eco di alcune celebri scene, oltre che de “Il giardino dei Finzi Contini”, anche del film “La vita come viene” di Stefano Incerti e di “Amore amaro” di Florestano Vancini. Ma sono ancora tante le location in città che hanno fatto da sfondo a celebri pellicole: da Palazzo dei Diamanti a Palazzo Roverella, dalla Sinagoga a Piazza Ariostea. Ferrara e il suo territorio, anche per il suo glorioso passato, è a tutti gli effetti la Città del Cinema.