Docenti


Jonny Costantino


L’obiettivo del corso è munire gli studenti di un armamentario estetico e tecnico, critico e metodologico che consenta loro, al termine del biennio, di elaborare un linguaggio visivo che sia diretta espressione di un’idea di cinema progressivamente percepita, “con beneficio d’inventario”, come la più congeniale. A tal fine verranno sviscerate poetiche e pratiche della regia globalmente meditata e indagata.

Bio

Jonny Costantino è cineasta e scrittore.

Nasce nel 1976 a Catanzaro. Nel 2000, dopo una laurea in Giurisprudenza a Bologna con tesi in Criminologia, avvia una collaborazione con Vittorio De Seta, il regista di Banditi a Orgosolo (1961), e inizia a scrivere.

Cinema

Nel 2005 fonda insieme a Fabio Badolato la BaCo Productions, entità a due teste attraverso cui realizzano opere che cortocircuitano i confini tra cinema narrativo, documentario e sperimentale.

Esordiscono col documentario Jazz Confusion (2006). Tra i cortometraggi ricordiamo: Il firmamento (2012), Beira Mar (girato in Brasile, 2010), Le Corbusier in Calabria (2009), Storie dell’occhio (2008), Mimesi (2007). Nel 2018 esce La lucina, adattamento letterario del romanzo omonimo dello scrittore italiano Antonio Moresco. Nel 2020 viene ultimato Sbundo, gangster movie metafisico girato con attori non professionisti in un quartiere rom off limits in Calabria. Tra i progetti in corso con Fabio Badolato: Chisciotte (lungometraggio narrativo scritto e interpretato da Antonio Moresco) e PeterFuckingBrötzmann (documentario su e con la leggenda vivente del free jazz europeo Peter Brötzmann).

Con un’altra entità produttiva fondata nel 2019, Salamander Giant, Costantino realizza l’anno stesso il ritratto d’artista Enzo Borgini: nel cuore della creazione (con la partecipazione dell’illustratore Lorenzo Mattotti) e nel 2021 il “film poem” Contagio (assieme al pittore Nicola Samorì e alla cantante jazz Cristina Zavalloni). Attualmente lavora al montaggio di Ognuno si fa luce, “film trip” realizzato coi poeti John Giorno e Domenico Brancale nell’ottobre 2004.

Insegna “Regia: poetiche e pratiche del cinema” presso la Scuola d’Arte Cinematografica Florestano Vancini di Ferrara.

Scrittura

Nel corso degli anni Costantino collabora con numerose riviste, tra periodici e quotidiani, scrivendo di cinema, arte, letteratura, poesia, teatro. Di cinema – in particolare – ha pubblicato testi di ampio respiro su Murnau, Welles, Hitchcock, Fellini, Pasolini, Antonioni, Petri, Godard, Herzog, Oshima, Cassavetes, Gilliam, Lynch, Jarman, Ferrara, Cronenberg, Kiarostami, Hou Hsiao-hsien, Haneke, Carax, P.T. Anderson, Dumont, Penn, Korine, Reygadas, Carrère, Refn. È stato redattore di della storica rivista «Cineforum» e caporedattore di «Carte di cinema». Nel 2009 ha fondato le riviste «Rivista» e «Rifrazioni. Dal cinema all’oltre».

Tra i suoi libri recenti: la raccolta di saggi La mano bruciata. Scrittori, pittori, elezioni (2021), la biografia Un uomo con la guerra dentro. Vita disastrata ed epica di Sterling Hayden: navigatore attore traditore scrittore alcolista (2020), il libro conversazione con Michael Fitzgerald Nella grande sconfitta c’è la grande umanità. Ritratto in forma di dialogo dell’artista da produttore (2020), il romanzo Mal di fuoco (2016), il “duetto” con Domenico Brancale Volti a fronte (2013). Si ricordano inoltre la curatela della raccolta di poesie di John Giorno La saggezza delle streghe (2006) e l’introduzione al carteggio tra Blaise Cendrars e Henry Miller Se scopro un bel libro devo condividerlo con il mondo intero. Estratti dal carteggio 1934-1959 (2016).

Oggi scrive soprattutto sulle riviste online «Antinomie» e «Il primo amore», di cui è redattore. È inoltre curatore della sezione letteraria di “Bookolica. Il festival dei lettori creativi”, che si svolge ogni settembre in Sardegna.

Parte di

Con il sostegno di

Enti e Partner con cui collaboriamo